lunedì 16 maggio 2011

Pesto alla genovese di Lorenzo



Hellooooooooooooooooo! Come la va?!?!!?
Here everithing ok ;) Oggi mi sento più furba del solito ... non so perchè .... ci sono giorni in cui mi sveglio così .... Rincretinimento precoce lo chiamo io ... rido per nulla, faccio battute idiote che fanno ridere solo me ... trillo per tutta la casa ... sì, insomma... normale dicono.
Non so quale sia la causa di questa follia che di tanto in tanto mi coglie .. bah ... non voglio indagare ...
Dopo sta premmessa alquanto idiota e, a dire il vero, poco interessante, passiamo al sodo: U cibo.La pappa.Le pietanze se vogliamo dare un tocco di eleganza al tutto.
Alura .. come da gentile richiesta di Bombo ( sì. perchè vi è stata un'"istanza" di citazione di nome da parte dello stesso :P) ... oggi vi propongo un pesto: normalissimo, noiossissimo, banalissimo ma sempre buonissimo e perfetto per questa stagione.
Il pesto alla genovese lo sappiamo fare più o meno tutti ma questo per me è special ... innanzitutto il libricino da cui è tratta la ricetta mi è stato donato da un uomo meraviglioso. Lorenzo.Genovese. Se non fosse per l'età credo sarebbe l'uomo della mia vita. Ma niente, il tempo non è stato dalla nostra parte. Sì, perchè il signore in questione ha ben 95 anni (giù di lì). Alto, magro, pieno di charme: un vero uomo d'altri tempi. Lo conobbi uno/due anni fa a casa di un'amica di mia madre. Ci incontrammo così, un pomeriggio per cucinare insieme. Ricordo quel pomeriggio con sommo piacere. Un momento pieno di risate, di racconti di vita ...
Bè da quel giorno, Lorenzo, il mio gentiluomo d'altri tempi (colto, elegante, simpatico ...), ogni mese mi manda una bellissima lettera in cui mi descrive le sue giornate,la sua famiglia, la sua vita e un libro di cucina. Semplicemente delizioso! Ed è proprio in uno di questi libricini sulla cucina genovese che ho trovato la ricetta di questo pestino :) Bè, tanto per cambià na modifica l'ho fatta. Sapete, tanto per non cambiare abitudini ;) Buona settimana a tutti voi!!! Bacioniiiii


Ingredienti per 4 persone:

3 mazzi di basilico
50 g di parmigiano grattuggiato
50 g di pecorino grattuggiato
2 cucchiai di pinoli
1 spicchio d'aglio
sale grosso
olio d'oliva leggero
Olio evo Colle di Bellavista.


Lavate le foglioline di basilico, sgocciolatele e fatele asciugare per alcuni minuti. Ponete nel mortaio lo spicchio d'aglio mondato,i pinoli, un po' di sale grosso e il basilico: pestate accuratamente, aggiungendo via via i formaggi grattuggiati.
Quando si avrà una crema fine e omogenea, diluite con un 4 cucchiai d'olio d'oliva leggero e 1 cucchiaio di olio extra vergine Colle di Bellavista toscano.
Prima di condire la pasta, allugate con un po' di acqua di cottura della pasta.

15 commenti:

  1. Ma io direi che il pesto alla genovese, se è fatto bene come questo, non è mai banale :D
    Sarà l'arietta frizzante della primavera che ti rende euforica? ;)

    RispondiElimina
  2. Il nome Bombo, mi piace quasi quanto il pesto. Ossia: parecchissimo!

    RispondiElimina
  3. Succede spesso anche a me questa "sana follia" ma le amo queste giornate! Come amo tantissimo il pesto con variazioni incluse...Ciao!

    RispondiElimina
  4. Ma che uomo meraviglioso, Titti! Io sono un po' più vecchia di te e non mi formalizzo, quindi potrebbe tranquillamente diventare l'uomo della mia vita...

    RispondiElimina
  5. il pesto, lo metterei ovunque... per di pièu annuncia l'arrivo dell'estate, anche se qui da noi non si direbbe :/
    Giorgia & Cyril

    RispondiElimina
  6. Mi fai venire voglia di preparare il pesto originale nel mortaio :D

    RispondiElimina
  7. anche io sono preso da momenti di ilarità sciocca :) e mi divertono tanto anche se penso: quanto so' scemo! :D
    ottimo il pesto!

    RispondiElimina
  8. Magari capitassero spesso anche a me queste giornate di "sana follia"! Il riso fa buon sangue :)) Adoro il pesto, con mortaio è tutta un'altra storia e farlo a regola d'arte non è affatto banale. Un bacio, buona settimana

    RispondiElimina
  9. Non c'è niente di meglio di un pesto fatto a regola d'arte, complimenti!
    A presto! Alda e Mariella

    RispondiElimina
  10. Il pesto fatto con il mortaio ha tutto un altro gusto. Piacere di conoscerti, ti seguiamo, ciao da Simona e Claudia

    RispondiElimina
  11. Il pesto non è mai noioso!

    RispondiElimina
  12. Mamma che meraviglia....anche io potessi incontrare un uomo così ^___^
    sono sicura che questo pesto sia una assoluta meraviglia...fatto col mortaio e seguendo la ricetta del vero gentiluomo genovese non può che essere squisito.

    RispondiElimina
  13. Ma che carino! Veramente un uomo d'altri tempi, veramente delizioso! E mica ce ne sono di così sotto i 95 ;)
    Il pesto è sempre favoloso, io l'adoro e mìnon mi stanco nè di vederlo nè di mangiarlo. Un bacione

    RispondiElimina
  14. ottimo pesto e ottimo Lorenzo! uomini d'altri tempi.... ;)

    RispondiElimina
  15. Che bella la tua storia, con il tuo uomo d'altri tempi! :) Sono rapporti genuini, di quelli che ti restano nel cuore.
    Il pesto lo adoro, e rigorosamente fatto col mortaio. Solo che, uffa, ogni volta mi viene un braccio così! :(

    RispondiElimina